Cos’è la stampa digitale diretta?

Questa tecnica è nata recentemente e si è sviluppata solamente negli ultimi anni. Il processo è molto simile a quello che si effettua a casa o in ufficio quando si stampano testi o immagini su fogli di carta. La differenza sta nel macchinario utilizzato: anziché stampare su carta, esso stampa direttamente su tessuto, con l’ausilio di appositi inchiostri.

Cos’è la DTG?

Perché la DTG è chiamata stampa digitale tessile? Facile! Il suo nome deriva dall’inglese Direct To Garment, ovvero diretto sull’indumento. L’inchiostro viene stampato su magliette, borse, polo o felpe precedentemente posizionate nella macchina.

La direct to garment printing, così come menzionato nell’articolo di Wikipedia, è nata negli Stati Uniti nel 1996 con la prima stampante digitale nota come “Revolution”. La creazione fu opera di Matthew Rhome.

In Italia questo tipo di stampa è conosciuta come stampa digitale tessile, stampa diretta, serigrafia digitale o DTG.

Posso stampare su magliette nere o magliette colorate?

Sì, la nostra stampante digitale consente di stampare su tessuti di qualsiasi colore. Rosso, nero, bianco o giallo. Dovete solo tenere presente che su un indumento bianco la stampa è generalmente meno percettibile al tatto che su un indumento colorato.

Sono ancora in molti a pensare che la stampa digitale permetta di stampare solo su capi bianchi per 2 motivi principali:

  • Ci sono alcune stampanti digitali che consentono di stampare solo su abbigliamento bianco o molto chiaro. Si tratta di modelli di stampanti più semplici di quella presente nel nostro laboratorio tessile.
  • Ci sono alcune tecniche di stampa come il transfer digitale che consentono di stampare solo su indumenti bianchi o chiari. Questa tecnica è solitamente offerta nei negozi di fotocopie.